fbpx

DIECI MODI PER INNAMORARSI DEL LAGO DI GARDA

DIECI MODI PER INNAMORARSI DEL LAGO DI GARDA
DIECI MODI PER INNAMORARSI DEL LAGO DI GARDA - Monte Baldo
Credits: Diana Gerstnerovà

Alcuni luoghi si amano profondamente già dalla prima volta. Luoghi in cui lasciamo un pezzo del nostro cuore e della nostra anima. Non siamo consci precisamente di quando avvenga quella scintilla, ma sappiamo che rimarrà li per sempre. Ecco per noi, ma probabilmente anche per te che ci leggi, tra questi luoghi, c’è il Lago di Garda.

Un lago grande, con climi e paesaggi diversi e che forse proprio per queste peculiarità si è fatto amare, fin dall’antichità da persone di tutte le origini. Un luogo in cui tanti si sono innamorati per la prima volta o hanno incontrato l’amore della vita. Forse è capitato anche te e magari ti sei persino sposato qui…

DIECI MODI PER INNAMORARSI DEL LAGO DI GARDA - Nago Torbole
Credits: Daniel Tilotta

San Valentino non poteva che essere l’occasione ideale per lanciare il nostro blog. Le leggende di questa festività sono molte, ma oggi abbiamo scelto di condividerne una che ci insegna molto sull’amore, il sacrificio, l’impegno e la vera essenza di San Valentino.

Tutto iniziò nel III secolo D.C., quando l’Impero Romano all’ora governato dall’imperatore Claudio II Gotico, noto anche come Claudio il Crudele a causa del suo modo di governare e dalla sua smaniosa necessità di fare guerra. Claudio riteneva essenziale avere un esercito immenso e motivato. Il problema però erano i giovani romani che per qualche motivo, preferivano restare con le loro fidanzate e le loro famiglie anziché andare in guerra per un imperatore che si definiva il Crudele. E così, l’impero ebbe molte difficoltà a trovare abbastanza uomini per i suoi eserciti.

Nel tentativo di superare questo problema di “pigrizia”, Claudio proibì tutti i matrimoni e fidanzamenti a Roma, infrangendo così la speranza di migliaia di coppie di celebrare il sacro vincolo di unione. Per qualche tempo nessuno sembrava avere il coraggio di protestare contro questa legge. La situazione cambiò quando un semplice prete cristiano di nome Valentino prese posizione per difendere l’amore e continuò a celebrare segretamente matrimoni. Purtroppo, le azioni di Valentino furono scoperte e così Claudio il crudele fece quello che fanno normalmente i tiranni, quindi lo condannò a morte.

DIECI MODI PER INNAMORARSI DEL LAGO DI GARDA - Peschiera del Garda
Credits: Paolo Tralli

La leggenda vuole che mentre Valentino era in attesa dell’esecuzione, si innamorò della figlia del carceriere. Alla vigilia della sua esecuzione, senza strumenti di scrittura disponibili, si dice che Valentino le abbia lasciato un biglietto, scrivendo, con il succo spremuto dai fiori, le parole “Dal tuo Valentino”. Parole che tutt’oggi caratterizzano i biglietti che ci scambiamo a San Valentino.

La storia di Valentino, un uomo dal cuore grande e che diede la propria vita nel nome dell’amore rimase leggenda a Roma nei secoli. Per questo Valentino fu nominato Santo.

Come ti abbiamo già anticipato all’inizio, ci sono svariate leggende che riguardano questa festività. Una cosa che le accumuna è la scelta di festeggiare quest’occasione proprio a metà del mese di febbraio. Una scelta fatta non a caso in quanto, è proprio in questo periodo che inizia l’accoppiamento degli uccelli. Motivo per la quale ancora oggi, le coppie innamorate prendono il soprannome di “piccioncini”.

Potrebbe anche interessarti...

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial